Iniziativa solidale ‘Grazie col cuore’.

Anche Procida partecipa all’iniziativa per ringraziare medici, infermieri ed OSS impegnati in prima linea contro il Coronavirus

0
158

grazieProcida – Sul finire del mese scorso,  sulle pagine Facebook è stata lanciata “Grazie col cuore”  l’iniziativa ideata da Antonella De Tomassi Presidente dell’Associazione artistica No profit “io creo”di Roma, con l’intento di ringraziare i medici, gli infermieri e gli OSS impegnati in prima linea contro il Coronavirus.
Il progetto, in poco tempo, ha raggiunto i quasi 10 mila iscritti e cresce ogni giorno di più.

L’immagine rappresentativa del gruppo Facebook ‘Grazie col cuore’ è stata gentilmente concessa dall’autore Franco Rivolli e simboleggia un’infermiera vestita del suo camice e mascherina sul volto che con commozione composta abbraccia, usando la bandiera tricolore, un’Italia macchiata di rosso.

‘Grazie col cuore’ si rivolge alla comunità delle hobbiste creative presenti sul territorio nazionale per mezzo di Facebook, alle quali viene chiesto di creare un manufatto a forma di cuore che riporti la scritta Grazie, utilizzando gli strumenti ed i materiali che si hanno in casa.

Per partecipare non ci sono limiti di età, anche i bambini stanno lavorando al progetto con disegni. Si possono ammirare i lavori con le varie tecniche negli album regionali presenti sulla relativa pagina del gruppo Facebook.

In quasi tutte le città si sono formati dei centri di raccolta, dove verranno spediti o consegnati i cuori una volta terminato il limite di creazione datato 30 giugno. Le varie opere preventivamente sanificate in base al materiale verranno spedite o consegnate nei centri raccolta entro il 15 luglio. Le Referenti dei centri raccolta li terranno in quarantena fino alla prima settimana di settembre e poi si inizierà a consegnarli negli ospedali scelti da loro stesse.

Anche a Procida, da sempre molto attenta a questi temi, sono in fase di  realizzazione delle calamite che come ci dice A.Q. verranno raccolte  e poi distribuite

LEAVE A REPLY